Allenare il team a sentirsi una squadra: la rivincita delle Soft Skills

Partire dai punti di forza e dalle attitudini personali per creare team affiatati e coesi: ecco come si vincono oggi le sfide di un mercato sempre più competitivo

Sono quelle competenze che servono “a stare al mondo”: spesso vengono considerate accessorie, ma in realtà costituiscono un importante valore aggiunto che, in qualsiasi contesto, dal lavoro allo sport, dalle relazioni alla famiglia, gioca un ruolo prezioso. 

Stiamo parlando delle Soft Skills, ovvero delle abilità trasversali complementari alle competenze tecniche (Hard Skills). Al giorno d’oggi, le Soft Skills non solo sono necessarie per svolgere lavori di alto profilo, ma diventano indispensabili per riuscire ad ottenere i migliori risultati con il giusto effort.

Soft Skills: la chiave per performare al meglio

È stato dimostrato che le persone più performanti al lavoro sono caratterizzate da adattabilità, empatia, capacità di gestione dei conflitti e dei gruppi, consapevolezza di sé e approccio positivo. 

Oltre a queste, le cosiddette competenze trasversali sono: 

  • Abilità comunicative e di interazione;
  • Capacità di influenza e persuasione;
  • Orientamento al cliente;
  • Tenacia e lavoro di squadra; 
  • Analisi e gestione delle criticità (Problem Solving);
  • Capacità di prendere decisioni informate (Decision Making);
  • Organizzazione, flessibilità e pianificazione delle attività;
  • Consapevolezza interiore e creatività. 

Le Soft Skills sono a tutti gli effetti delle abilità. Ciò significa che, partendo dalle attitudini personali, si può acquisire e migliorare le competenze trasversali, allenandosi giorno dopo giorno. 

Allenare lo spirito di squadra, nello sport come in azienda

Spesso, alla domanda “Vi sentite una squadra?”, imprenditori e manager si trovano a scuotere la testa. 

Potrebbe sembrare azzardata, eppure l’associazione tra il contesto di squadra al lavoro e nello sport è quanto mai spontanea. In entrambi i casi l’obiettivo è lavorare bene assieme per raggiungere il traguardo prefissato. La differenza tra gruppo e squadra sta nel fatto che in quest’ultima tutti si sentono responsabili della vittoria o della sconfitta. Come in una squadra sportiva, anche al lavoro è necessario creare coesione e affiatamento per lavorare in maniera efficace ed efficiente.

Diviene quindi chiaro quanto sia importante riconoscere, valorizzare e allenare le Soft Skills di ciascuno. Partendo dal bilancio delle competenze trasversali dei membri del team, è possibile intervenire con attività mirate di gruppo o di Coaching individuale finalizzate a colmare eventuali gap e perfezionare i punti di forza. Solo così, il team diventerà una squadra vincente, in cui tutti i giocatori corrono veloci e affiancati verso gli stessi obiettivi.

Roberta Ioppi, HR Consultant & Trainer

Le Soft Skills ricoprono un ruolo sempre più centrale nel lavoro in team. Essere performanti passa oggi da flessibilità, gestione dello stress, creatività e Problem Solving.

Hai bisogno di più informazioni?

Compila il form, ti risponderemo al più presto!








    Iscriviti alla newsletter